Nasce la Banca dati degli F-Gas: ecco il nuovo Regolamento nazionale

Il nuovo D.P.R. n. 146 del 2018, in attuazione del regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas fluorurati ad effetto serra, è entrato in vigore il 24 gennaio 2019: da questa data è abrogato l’articolo 16, comma 1 del D.P.R. n. 43/2012 relativo alla comunicazione ad ISPRA, entro il 31 maggio di ogni anno, delle informazioni riguardanti le quantità di emissioni in atmosfera di gas fluorurati (restano invariati gli obblighi di mantenimento dei registri).

Pertanto, la Dichiarazione F-gas relativa alle informazioni del 2018 (termine di comunicazione 31 maggio 2019) non dovrà essere più trasmessa da parte degli utilizzatori.

Le comunicazioni sono a cura dei venditori, installatori e manutentori degli impianti.

Approfondimento: cosa prevede la nuova norma

L’obbligo di comunicazione alla Banca dati gestita dalla Camera di Commercio competente ricorre dal 24 luglio 2019 per i seguenti soggetti:

1. le società che forniscono f-gas, anche con modalità di vendita a distanza, dovranno comunicare, all’atto della vendita, gli estremi dei certificati delle imprese acquirenti o, qualora queste non siano soggette a certificazione, delle persone fisiche nonché la quantità e la tipologia di gas venduto;

2. le società che forniscono apparecchiature non ermeticamente sigillate contenenti f-gas agli utilizzatori dovranno comunicare, all’atto della vendita, la tipologia di apparecchiatura e l’anagrafica dell’acquirente con la dichiarazione di quest’ultimo recante l’impegno a far effettuare l’installazione da un’impresa certificata. Se il venditore offre all’utilizzatore finale anche il servizio di installazione dell’apparecchiatura venduta, tale dichiarazione deve essere rilasciata dal venditore. Qualora infine l’acquirente è un’impresa certificata, dovrà essere trasmesso il numero del certificato.

A partire dal 24 settembre 2019 invece l’obbligo di comunicazione alla Banca dati riguarderà le imprese certificate o, nel caso non ricorra l’obbligo di certificazione, le persone fisiche certificate a seguito del primo intervento utile di controllo delle perdite, di manutenzione, di assistenza, di riparazione e/o di smantellamento delle apparecchiature già installate alla data di entrata in vigore del D.P.R. n. 146/2018, da effettuare per via telematica alla Banca dati entro 30 giorni dalla data dell’intervento.

Ai fini della gestione e della tenuta della Banca dati, le imprese che indipendentemente dalle modalità di vendita utilizzate:

  • forniscono gas fluorurati a effetto serra (per le attività di cui all’art. 11, paragrafo 4 del Reg. 517/2014)
  • forniscono apparecchiature non ermeticamente sigillate contenenti gas fluorurati a effetto serra agli utilizzatori finali

si iscrivono al Registro telematico nazionale gestito dalle Camere di Commercio a fronte del pagamento di un diritto di segreteria. L’iscrizione nel nuovo registro è ​comunque ​verificabile collegandosi via internet al sito www.fgas.it .

Sanzioni
Rimane in vigore il D.Lgs. 5 marzo 2013, n. 26 “Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento 842/2006 su taluni gas fluorurati a effetto serra”. L’attività di vigilanza e di accertamento, ai fini dell’irrogazione delle sanzioni è esercitata dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Hai bisogno di maggiori informazioni? Contattaci!
Dott. Raffaele Traina raffaele.traina@societadiprevenzione.it M. +39 3271486693

Riferimenti normativi:

GU Serie Generale n.7 del 09-01-2019 disponibile a questo link

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2019/01/09/7/sg/pdf